Tailleur per Signora

Sarto per signora è un’opera giovanile del drammaturgo francese Georges Feydeau uno dei massimi esponenti del genere Vaudeville. Pièce esilarante ambientata nelle atmosfere e nei colori della Belle Epoque, racconta le vicende del dottor Moulineaux che maldestramente cerca di tradire la moglie con una giovane amante, mo-glie a sua volta di un notabile che ha una tresca con la moglie fuggitiva di un amico e paziente stesso di Moulineaux stesso; a mettergli il bastone tra le ruote concorrono anche la suocera e un maggiordomo particolarmente pedante.
Un intreccio continuo di situazioni comiche e a tratti surreali che si sviluppa su tresche, sotterfugi e scambi di persona capaci di mettere alla berlina la pochezza e le ipocrisie di una certa borghesia dell’epoca.
Scritta a fine ‘800, la commedia ottenne da subito un grande con-senso di pubblico confermato anche dall’apprezzamento dell’adattamento di Cantine Teatrali Babele, caratterizzato da intermezzi musicali e danze e da uno stile fresco e colorato tipico dello stile del regista Stefano Fiordaliso.